Val Mora (1400 disl. 26 km.) MC/EC

I migliori percorsi mtb nel Parco delle Orobie.

Val Mora (1400 disl. 26 km.) MC/EC

Messaggioda cllocate » 12 novembre 2011, 18:09

Val Mora
Attraversata dai Piani dell'Avaro alla Val Mora

Dislivello: 1400 m.
Lunghezza: 26,00 km.
Difficoltà: MC/EC ?

Partenza: Nei pressi della chiesa di Santa Brigida
Quota massima: 1970 m.
Ciclabilità: 95% - 98%
Durata: 6,00 h
Fondo: salita: asfalto - sterrato- sentiero / discesa: single track - sterrato
Periodo: Giugno - Ottobre
Cartografia:
Kompass 1:50.000 n° 105 Lecco – Valle Brembana
Kompass 1:50.000 n° 104 Foppolo- Valle Seriana
Percorso: Santa Brigida (m. 800) – Cusio (m. 1040) – Piani dell’Avaro (m. 1704) – Sentiero 101 (m. 1970) - Piani dell'Acqua Nera (m. 1780) - Diga di Valmora - Val Mora - Caprile Inferiore (m. 900)
Richieste info qui

Avaro - diga Valmora - Val Mora 2011.gpx
(293.82 KiB) Scaricato 117 volte


Note.
Salita su asfalto con dislivello impegnativo e qualche tratto a spinta dopo i piani dell’Avaro.
Possibilità di staffetta auto tra Santa Brigida e i Piani dell’Avaro per ridurre il dislivello in salita.
La discesa della Val Mora è molto tecnica impegnativa con passaggi trialistici ma di grande soddisfazione per gli appassionati avere l’accortezza di non impegnarsi su questo tracciato dopo giorni di pioggia o in previsione di possibili precipitazioni. Alcuni tratti anche se corrono nel bosco possono risultare esposti e richiedere grande attenzione.

Laghi di Ponteranica
Raggiunto il sentiero 101 con una breve e ripida deviazione a spinta è possibile raggiungere i bellissimi laghetti di Ponteranica, una fatica aggiuntiva che viene ripagata dallo stupendo paesaggio.

Val Mora.jpg


Val Mora alt..jpg



Descrizione.
Punto di partenza e arrivo di questo itinerario è Santa Brigida, che si raggiunge risalendo la Valle fino ad Olmo al Brembo e poi prendendo a sinistra.
Possibilità di parcheggio nei pressi della chiesa in centro al paese dove lasciare l’auto e cominciare a salire alla volta di Cusio (m.1040).
La salita è su asfalto fino ai Piani dell’Avaro , che si raggiungono dopo aver oltrepassato Cusio e il Colle Santa Maria Maddalena , mettendo già insieme circa 900 m. di dislivello.
Oltrepassato l’abitato di Cusio, la salita che si mantiene parecchio ripida si snoda all’interno del bosco e di belle pinete, in genere il traffico è molto scarso.
Giunti ai Piani dell’Avaro, al termine dell’asfalto la strada sterrata inizia a salire verso l’albergo Monte Avaro che raggiungerete per ridiscendere ad una pozza d’acqua sul lato opposto.
Risalite lungo lo sterrato dal fondo sconnesso sino ad un abbeveratoio e poi scollinate scendendo sul lato opposto sino ad una casera, passare davanti alla casera e piegate verso dx, il primo tratto è pedalabile ma poi la strada si impenna con decisione fino a costringervi a spingere la vostra bike.
Dopo un breve tratto a spinta su una ripidissima rampa si giunge nei pressi di una piccola baita, proprio di fronte alla stessa una traccia sale nel prato e con un ultimo tratto a spinta vi troverete su un colletto erboso.
A sin. del colletto parte un sentiero che taglia a mezza costa il versante e giunge ad un’altra piccola baita, che dovete lasciare alla vostra dx senza raggiungerla e seguendo la traccia che piega verso sin.
Il sentiero entra in un piccolo anfiteatro e sale decisamente, costringendovi a spingere la bike per qualche minuto sino a giungere ad un colletto dove incrocerete il sentiero 101.
Da qui inizia una lunga e bellissima diagonale in discesa con vista sul Passo San Marco e Rifugio Cantoniera Cà San Marco.
Tratto di discesa con rolling stone anche sino a giungere nei pressi di un cippo con una croce, qui abbandonare il sentiero principale e scendere su traccia poco evidente sul fondovalle.
Senza attraversare il torrente proseguire verso valle in sinistra orografica sino a trovare l'evidente sentiero che oltrepassa un paio di punti impegnativi, giunti nel prato sottostante puntare al torrente sul versante opposto è visibile una baita e un sentiero. adesso bisogna guadare il torrente e prender il sentiero ben visibile.
Dpo un piccolo strappo a spinta il sentiero scende in modo evidente sino ad una ltra baita e vi depone sullo sterrato che conduce alla diga di Vamora.

Dopo le foto di rito nei pressi del lago, imboccate il sentiero che scende a fianco del muro della diga, passate su un ponticello in ferro che attraversa un canale scolmatore e una serie di gradoni vi infila nel cunicolo che attraversa la valletta.
Usciti dal cunicolo ed oltrepassata la casa dei guardiani, al termine del piccolo allargamento erboso piazzola per atterraggio elicotteri, parte il sentiero di discesa.
Ci sono diversi modi di affrontare una discesa, ma in questo caso li riassumerei in due soltanto: se ne avete le capacità tecniche state in sella diversamente nei posti più difficili ed esposti sarà saggio condurre la bike a mano ognuno si sappia regolare per il meglio.
La discesa che vi attende è molto tecnica, nella prima parte tornanti stretti su fondo tipo mulattiera e nella seconda parte sentiero nel bosco con abbondante presenza di pietre smosse.

Il termine del vostro calvario o divertimento a secondo dei casi sarà annunciato dal presentarsi di un ampia sterrata in piano, oltrepassate un ponte e la frazione di Losc sempre su sterrata sino a giunge a Cprile Inferiore, una graziosa frazione che va attraversata abbandonando quindi la strada che nel frattempo è diventata asfaltata.
Ad un evidente bivio tenere a sinistra qualche colpo di pedala sarà necessario prima di arrivare sulla strada asfaltata che vi porterà in breve a Santa Brigida, luogo di partenza.
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7442
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Val Mora (1400 disl. 26 km.) MC/EC

Messaggioda cllocate » 13 novembre 2011, 1:23

10.JPG
Piani dell'Avaro, si passa a fianco al rifugio e si scende alla pozza prima di risalire.


20.JPG
Tratti di sentiero prima verso il 101, qui si giunge con uno strappo impegnativo a spinta.


30.jpg
Laghi di Ponteranica in una giornata spettacolare


40.jpg
Ultima neve di giugno ai Laghi di Ponteranica


45.jpg
Single track sulla via del ritorno dai Laghi di Ponteranica.


50.JPG
Giunti ad un basamento con una croce piegare a dx e scendere sul fondo di questa valletta.


60.jpg
La diga di Valmora colma di acqua.


70.jpg
Il sentiero si snoda ai piedi della diga , nella foto il ponte sul canale scolmatore prima di entrare nel tunnel che attraversa la diga


80.jpg
Il tunnel sbuca a fianco alla casa dei guardiani della diga prima di fiondarsi in modo sin troppo deciso in Val Mora


90.jpg
Il sentiero parte a fianco della piazzola d'atterraggio dell'elicottero


102.jpg
Passaggi trialistici soprattutto nella prima parte della discesa


100.jpg
Molti passaggi vanno studiati accuratamente prima di essere affrontati


110.jpg
Ponticello di attraversamento della Val Mora.


130.jpg
Sentiero in Val Mora
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7442
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo


Torna a Itinerari MTB in alta Val Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron