JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 28 novembre 2009, 10:14

... : chinchin :
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Messaggioda cllocate » 28 novembre 2009, 11:37

JJ5 Il ritorno dell'orso in Val Brembana

Riprendo da qui un argomento che mi vede parecchio interessato.
La presenza dell'Orso jj5 sul nostro territorio.
Su questo topic troverete tutti gli aggiornamenti in materia di orso.
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 29 novembre 2009, 15:40

Nei prossimi giorni aggiornerò il topic con una relazione della serata a cui ho partecipato con Chiara.
Ci sono anche alcune novità di cui vi darò conto appena possibile.

Immagine
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 30 novembre 2009, 23:33

Valmasino 20/11/09

Immagine


Relatore della serata è stato il dott. Carlo Frapporti, naturalista e responsabile dell’Ufficio Faunistico del Servizio Foreste e Fauna della provincia autonoma di Trento.


Più che un riassunto della serata raccolgo una serie di notizie che ho un po’ memorizzato e alcuni aspetti descritti da un relatore che ha conoscenza decennale dell’orso in tutti i suoi aspetti e a tutte le latitudini.

Cominciamo con il dire che pur appartenendo all’ordine dei carnivori si nutre di carne solo occasionalmente e viene definito “onnivoro opportunista” nel senso che si ciba dei vegetali che più facilmente riesce a reperire anche a secondo della stagione.
Negli spostamenti appoggia l’intera pianta del piede e per questo è definito plantigrado, su brevi tratti di corsa può oltrepassare i 40 kmh. , il maschio può raggiungere i 200 kg. di peso.

Durante il letargo l’orso riduce al minimo tutte le sue attività fisiche riducendo i respiri a non oltre uno al minuto può presentare dei brevi risvegli comunque senza alimentazione, se disturbato durante il letargo questo produce un forte stress sull’animale anche perché è costretto a un dispendio di energie.

Gli orsi censiti attualmente in Provincia di Trento si collocano tra le 25 e le 30 unità, da qui provengono gli animali in dispersione che sono giunti sino a noi come nel caso di jj5 , probabilmente non resterà l’unico anche se è impossibile dire dove si dirigeranno gli orsi che si allontaneranno nei prossimi anni.

La caccia e la riduzione dell’habitat ha portato gli orsi alla quasi estinzione nel secolo scorso ne erano rimasti 3 o 4 esemplari ormai insufficienti per garantire la riproduzione.
Tra il 1999 e il 2002 sono stati immessi in Provincia di Trento 9 orsi provenienti dalla Slovenia, dal 2002 al 2009 si sono registrate 18 cucciolate per un totale di 30 cuccioli.
Le orse primipare in genere partoriscono un solo cucciolo che alla nascita pesa circa 500 gr. raramente due cuccioli, sono poi le femmine adulte che possono avere cucciolate di 3 piccoli a volte sino a quattro.

Le orme nei piccoli sino a 3 mesi sono simili a quelle del tasso, nella neve impronte vecchie si presentano rotondeggianti simili a quelle dei moon-boot .

La proiezione di alcuni filmati e una serie di dati statistici sono stati interessanti per capire meglio i rapporti dell’orso con l’uomo.
In un filmato si vede un’ orsa con i suoi 2 piccoli nei pressi di una pista ciclabile intenta a frugare nei pressi di un albero improvvisamente l’orsa corre velocemente verso il bosco seguita dai piccoli solo dopo qualche attimo due pedoni compaiono sulla strada senza essersi nemmeno accorti di essere la causa della repentina fuga degli animali.

L’orso è comunque più veloce dell’uomo nella corsa e si arrampica sugli alberi con facilità oltre che essere un abile nuotatore questo ci può far affermare che può essere un animale potenzialmente pericoloso per l’uomo.
Il fatto che possa esserlo non vuol dire che lo sia e questo testimoniano le statistiche sia italiane che di tutti i paesi nordici che riducono a poche unità gli incidenti da quando esistono dati certi e cioè dall’inizio del 1900.
Un discorso a parte merita la Romania dove gli incidenti anche mortali per l’uomo hanno numeri che non hanno riscontro in tutto il mondo ma questo è dovuto esclusivamente a incidenti durante battute di caccia dove orsi feriti hanno creato problemi, è sin troppo ovvio che un orso ferito può essere veramente pericoloso .

In Provincia di Trento la velocità degli indenizzi agli allevatori fa sì che non vi siano particolari problemi di convivenza con le attività umane, ci si sta adoperando per arrivare all’indenizzo entro 30 gg. Oltre che a forme di autocertificazione.
Alcuni presidi di dissuasione sono concessi in comodato d’uso dalla Provincia stessa vedi recinti elettrificati o contenitori per l’immondizia.

Negli anni la presenza degli orsi ha sempre prodotto danni nei confronti delle attività antropiche pensare di ridurre a zero questi rischi è impossibile.
In genere si è rivelato che la gran parte dei danni è spesso provata da pochi elementi definiti problematici che hanno gradualmente perso il timore nei confronti dell’uomo e arrivano magari anche di giorno nei pressi dei centri abitati alla ricerca di alimenti nei pressi dei punti di raccolta di rifiuti. Questi episodi vengono segnalati ad una apposita quadra di emergenza operativa 24 ore su 24

In conclusione credo di condividere il parere del relatore Carlo Frapporti con cui ho preso contatti per una eventuale sua presenza in Valle per una serata dedicata all’orso, secondo cui deve essere l’orso a convivere con l’uomo e non viceversa.
Per cui se l’orso riuscirà a rimanere selvatico ad evitare di frequentare centri abitati e attività umane probabilmente potrà rimanere a farci compagnia e chi ne avrà l’occasione potrà ritenersi fortunato di vederlo in lontananza ciondolare al passo diversamente dovremo forse prepararci a un futuro senza orsi.

cllocate
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda MTBiker » 1 dicembre 2009, 0:31

grazie Claudio per la relazione della serata...mi auguro davvero che si possa organizzare una serata con il dott. Frapporti, sia per sensibilizzare i valligiani che le autorità locali (che, dal mio modesto punto di vista, dal Trentino non hanno che da imparare)!
PS: troppo tenero l'orsetto in locandina!!!
Avatar utente
MTBiker
 
Messaggi: 1834
Iscritto il: 24 novembre 2009, 10:52
Località: Bergamo - OLMO A.B.

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 1 dicembre 2009, 1:47

Questo è un regalo che voglio fare a tutti quelli che si sono appassionati a JJ5.

Video: JJ5 Il ritorno dell'orso in Valbrembana
Tutte ma proprio tutte le foto di quella meravigliosa notte di Aprile

Quella fantastica notte di aprile in cui ha deciso di farci visita e fermarsi lungamente davanti alla cam.
Le foto sono state raccolte così come sono state scattate dalla cam con data e ora senza elaborazione e soprattutto senza una rotazione di circa 20° antioraria per ripristinare la giusta linea dell'orizzonte, difficile immaginare una colona sonora più adatta di "Image" .

Buona visione. : Thumbup :

http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda faggio » 1 dicembre 2009, 18:15

Una sequenza veramente incredibile per quantità di foto,
si è fermato a lungo , bello vederlo coperto di neve.
Ma notizie se sia ancora in Valtellina o meno non ce ne sono ??
faggio
 
Messaggi: 47
Iscritto il: 26 novembre 2009, 9:40

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 2 dicembre 2009, 1:04

faggio ha scritto:Una sequenza veramente incredibile per quantità di foto,
si è fermato a lungo , bello vederlo coperto di neve.
Ma notizie se sia ancora in Valtellina o meno non ce ne sono ??



Notizie certe su dove si trovi ora non ne ho, va detto che negli ultimi 20 gg. ho avuto almeno due segnalazioni
di presunti avvistamenti e qualcosa risulterebbe anche dalle fonti di Chiara.
Alla comunicazione del primo avvistamento mi sono portato con Chiara nella zona indicata come luogo dell'avvistamento che era anche molto definita e circoscritta.

Le lunghe e dettagliate ricerche effettuate nonostante la chiarezza delle indicazioni non hanno portato a nessun tipo di ritrovamento e men che meno di tracce che la neve presente sul terreno avrebbe potuto conservare,
in realta trattasi della neve di 15 gg orsono seguita da un periodo caldo che nell'arco delle 24 ore di ritardo con cui siamo intervenuti potrebbe aver ingoiato le tracce anche se i passaggi di camosci ,volpi e lepri erano ancora rintracciabili.

Ci eravamo recati sul posto con la quasi certezza di qualche ritrovamento visto la chiarezza delle indicazioni e invece siamo rientarti a notte fonda con un nulla di fatto,per altro queste uscite sono sempre una valida scusa per camminare sulle nostre montagne.

Di seguito un immagine della serata,
quella in primo piano dimostra come la neve marcia possa modificare e ampliare a dismisura
quelle che sono in realtà tracce di un ungulato e più esattamente di un camoscio,
in secondo piano le mie tracce.

Immagine
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda blues » 2 dicembre 2009, 23:26

cllocate ha scritto:Questo è un regalo che voglio fare a tutti quelli che si sono appassionati a JJ5.

Video: JJ5 Il ritorno dell'orso in Valbrembana
Tutte ma proprio tutte le foto di quella meravigliosa notte di Aprile

Quella fantastica notte di aprile in cui ha deciso di farci visita e fermarsi lungamente davanti alla cam.
Le foto sono state raccolte così come sono state scattate dalla cam con data e ora senza elaborazione e soprattutto senza una rotazione di circa 20° antioraria per ripristinare la giusta linea dell'orizzonte, difficile immaginare una colona sonora più adatta di "Image" .

Buona visione. : Thumbup :


e bravo claudio
è la prima volta che lo vedo sai?
parteciperei volentieri ad una serata organizzata dull'orsetto
che dici glielo posso presentare come fratellino maggiore alle mie gatte?
anche se ho paura che potrebbero fargli male..sai sono un po gelose : WohoW : : WohoW : : WohoW :
Avatar utente
blues
 
Messaggi: 60
Iscritto il: 24 novembre 2009, 21:42

Re: JJ5 L'orso in Val Brembana.

Messaggioda cllocate » 18 dicembre 2009, 23:58

Anche senza la liberatoria di Chiara rendo pubblica questa mail che mi ha spedito:

Vorrei ringraziare tutte le persone che, in qualche modo, sono state coinvolte con la mia tesi (e quindi anche con l'orso JJ5 e i lupi!); venerdì 11 dicembre ho conseguito la laurea con una votazione di 108/110.
Un grazie di cuore per l'aiuto, l'interessamento, il sostegno, il confronto, le informazioni datemi e molto altro ancora!!
Grazie ancora
Cordiali saluti
Chiara Crotti

Immagine

Faccio i miei complimenti più sentiti alla neolaureata, e la ringrazio per la passione e la dedizione che è riuscita a riversare nel suo progetto e nella sua tesi contagiando il sottoscritto, il mariobarba e subiot .
Tante volte mi sono ritrovato ad accompagnarla in giro per le nostre montagne l’abbiamo un po’ adottata ( ha pochi anni più di mio figlio ) anche per non lasciarla troppo sola in questo grande impegno in giro di giorno e di notte per montagne, pronta in ogni momento a verificare ogni segnalazione inerente a jj5 piuttosto che ad altro. Abbiamo messo a disposizione la nostra conoscenza del territorio e la nostra passione a volte un po’ meno scientifica ma sicuramente non meno importante.
Chiara dopo la facoltà triennale di Veterinaria ha seguito la specialistica di “Scienza della natura” con indirizzo "Analisi e gestione del patrimonio naturalistico"
Appena la tesi sarà resa disponibile la pubblicheremo sul sito nella certezza che sarà una lettura interessantissima.

: cincin : Grazie Chiara e tantissimi complimenti ancora per la fresca laurea.
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Prossimo

Torna a Emozioni

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron