Passo di Baciamorti (1800 disl. 36 km.) MC/EC

I migliori percorsi mtb nel Parco delle Orobie.

Passo di Baciamorti (1800 disl. 36 km.) MC/EC

Messaggioda cllocate » 14 novembre 2011, 1:05

Passo di Baciamorti
Cassiglio (m. 602) – Passo di Baciamorti (m. 1540)

Dislivello: 1800 m.
Lunghezza: 36 km.
Difficoltà: MC/EC ?

Partenza: Cassiglio nei pressi del campo di calcio
Quota massima: 1900 m.
Ciclabilità: 95% - 95%
Durata: 7,00 h
Fondo: salita: asfalto - sterrato / discesa: single track
Periodo: Giugno - Ottobre
Cartografia:
Kompass 1:50.000 n° 105 Lecco – Valle Brembana
Kompass 1:50.000 n° 104 Foppolo- Valle Seriana
Percorso:Cassiglio (m. 602) Valtorta (m. 935) Ceresola (m. 1340 ) Piani di Bobbio (m. 1662) Rif. Lecco (m. 1779) Sentiero degli Stradini - Piani di Artavaggio (m. 1720) Rif. Cazzaniga (m. 1889) Bocchetta di Regadur (m. 1853) Passo di Baciamorti (m. 1540)
Richieste info qui

Cassiglio - Cazzaniga - Baciamorti.gpx
(423.12 KiB) Scaricato 115 volte


Note.

Attenzione: Itinerario con difficoltà escursionistiche estreme prima ancora che bikeristiche, quindi per Escursionisti Esperti che abbiano anche voglia di portare 15 kg di mtb per alcuni tratti su sentieri esposti con corde fisse.
Sconsigliate ripetizioni sino a inizio luglio per presenza di resti di imponenti slavine e quantità di alberi che interrompono il passaggio in discesa dal Passo Baciamorti.
Della discesa dal Passo di Baciamorti se ne fa veramente moltissima in sella se non tutta ma in considerazione della zona impervia in cui ci si trova è meglio tenere alta la soglia di sicurezza rinunciando ad alcuni passaggi che in realtà diverse potrebbero essere superate senza patemi d’animo.
E’ fondamentale come in tutte le discese estremamente difficili avere ottima tecnica e bike perfettamente a posto, la pressione delle gomme va regolate al meglio,i 160 mm. di escursione davanti e dietro si rivelano un ottimo investimento su questo itinerario.

baciamorti.jpg


baciamorti alt..jpg


Descrizione.
Itinerario estremamente lungo e molto vario che non presenta grossi problemi di orientamento in quanto si svolge interamente su sentieri tabellati, ovviamente le nebbie potrebbero risultare una pessima compagnia.
Da Cassiglio dirigersi verso l’abitato di Valtorta su strada asfaltata e piacevolmente pedalabile.
Giunti in piazza dell’orologio a Valtorta tenersi a sinistra e seguire le indicazioni per Ceresola-Piani di Bobbio qui le pendenze si fanno un po’ meno amiche e la salita comincia a farsi impegnativa, giunti nei pressi del piazzale del parcheggio degli impianti sciistici tenersi a destra e prendere la strada ancora asfaltata con divieto di accesso che attraversando in diversi punti le piste da sci ci deposita non senza impegno fisico ai Piani di Bobbio dove l’asfalto lascia posto allo sterrato.
Percorrere i piani sino nei pressi di una chiesetta e senza perdere quota passare sotto la seggiovia e indirizzarsi verso la strada che sale verso il rifugio Lecco visibile in lontananza.
Dopo una breve sosta e magari una fetta di torta dagli ospitali rifugisti del Lecco seguire le indicazioni per il Sentiero degli Stradini, questo tratto di sentiero va affrontato da coloro che abbiano ottime nozioni di escursionismo in montagna perché presenta tratti con bike in spalla su sentieri molto esposti con corde fisse, Il tutto per evitare di indurre persone non preparate, su itinerari che potrebbero risultare troppo impegnativi se non addirittura pericolosi.
Al termine dello Stradini si scende in breve alla Casera Campelli e su gippabile si arriva al bivio che sale dai Piani di Artavaggio piegare a sinistra e risalita sino al rifugio Cazzaniga dove è d’obbligo una pausa ristoratrice. Dal rifugio seguire il segnavia n°101 che porta esattamente a Cassiglio luogo di partenza del nostro itinerario, il primo tratto taglia a mezza costa le pendici Nord del Monte Sodadura facilmente riconoscibile dall'aspetto piramidale e prosegue rimanendo sullo spartiacque sino alla Bocchetta di Regadur.
Il sentiero oltrepassa la baita Cabretondo e taglia gli immensi versanti di Aralalta e Baciamorti non è sempre facilmente pedalabile spesso perché scavato e ricco di ostacoli, oltrepassato una pozza abbeveratoio e una baita in breve si giunge al Passo di Baciamorti. Da qui ci attendono 1000m. di dislivello in discesa sarebbe utile essere giunti a questo punto con un minimo di riserva fisica in modo di poter godere a pieno della discesa e possibilmente con delle protezioni al seguito in modo di ridurre al minimo i danni di eventuali scivolate.
Il sentiero termina nei pressi di un grazioso laghetto artificiale meta ambita nelle calde giornate estive da frotte di turisti e da qui in breve su asfalto sino a Cassiglio dove termina la nostra lunghissima giornata di “all mountain”
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo di Baciamorti ( 1800 disl. 36 km.) MC/EC

Messaggioda cllocate » 15 novembre 2011, 0:23

10.JPG
Il rifugio Lecco dai pressi della Bocchetta di Pesciola, indicata dalla freccia la direzione del Sentiero degli Stradini.


21.jpg
Sentiero degli Stradini per Escursionisti Esperti


31.jpg
Passaggio aereo sul Sentiero degli Stradini sullo sfondo il Resegone.


41.jpg
Sentiero degli Stradini


51.jpg
Al termine del Sentiero degli Stradini si giunge nei pressi della Casera Campelli


61.jpg
Nei pressi della Casera Campelli


71.JPG
Rifugio Cazzaniga affollato di bikers.


81.jpg
Baita Cabretondo in una giornata uggiosa.


91.jpg
Alle pendici del Monte Aralalta


101.jpg
Varianti alla ricerca del sentiero perduto alle pendici del Monte Aralalta


111.jpg
Gli immensi pendii dell'Aralalta e del Pizzo Baciamorti in fondo il bollino verde indica il Passo Baciamorti


112.jpg
Ormai il Passo Baciamorti non è più lontano.


119.jpg
Immersi nelle nebbie del Passo Baciamorti.


120.jpg
Attraversamento di un paio di canaloni, in primavera è facile trovare residui di slavine.


130.jpg
In discesa verso Cassiglio.
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo


Torna a Itinerari MTB in alta Val Brembana

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite