Passo del Venina ... e oltre ( 2500 m. )

Itinerari e percorsi MTB in Val Brembana

Passo del Venina ... e oltre ( 2500 m. )

Messaggioda cllocate » 27 dicembre 2009, 18:08


Lo scettro condiviso


Giornata spettacolare condivisa con Kinesis, siamo ben lieti di condividere il peso dello scettro del Venina con Paolo.
Panorami eccezionali su tutti i versanti delle montagne dalle nebbie brembane, alle nevi sulle nostre Orobie.
Per adesso qualche foto che testimoniano l'incontro con il passo, la successiva discesa in notturna e poi a cena con martello e amico al Rif. Longo.

Immagine

Immagine

Immagine

ore17.20 dal Passo del Venina
Immagine


Volevo comunque ringraziare Paolo per avermi instillato la curiosità ( e mai la competizione che releghiamo all'ironia) e il desiderio di raggiungere il passo del Venina in MTB, quando ne avevamo parlato qualche settima fa era un pò a livello di curiosità ma poi una domenica lui aveva portato l'affondo e ci era salito.

Le foto del suo report e il suo racconto avevano acceso il desiderio di provarci, la prima volta durante l'Orobie All Mountain ma una bufera di neve in un periodo di gelo ci aveva richiamato a più miti consigli dentro il Rifugio Longo. La seconda in un ritaglio di pomeriggio mi ero fatto sorprendere ancora in salita e troppo in basso dal buio.

Finalmente ieri con l'impavido scudiero Kinesis decisi a tutto partiamo da Carona ancora in leggero ritardo su quello che dovrebbe essere un uscita un pò più ragionevole.


Risaliamo da Carona in 2 (+ 1) Immagine
il più uno è riferito ad un cane mascotte che ci seguirà sino al rifugio Longo tra l'altro per merito di una medaglietta con il numero di telefono dal rifugio si riesce a contattare il padrone e si scopre che il cane risiede a Foppolo come avrà fatto a finire al Longo rimane un mistero.

Immagine

Tè al Longo e risalita senza troppi report fotografici, ancora una volta possiamo godere di un tramonto bellissimo che si stende sopra un mare nubi che ricoprono la pianura e non solo visto che il lenzuolo è steso al di sotto dei 1800 m.
Durante la salita interpretiamo a nostro uso e consumo la descrizione di Paolo sperando di non trovare passaggi troppo difficili da ripercorrere in discesa con il buio.
Il tratto dal Longo al passo sono comunque 500 m. di dislivello e forse sono stati un pò sottovalutati comunque finalmente arriviamo al passo il panorama è di quelli che fanno pensare che vale la pena di esserci.
Il Diavolo, Diavolino, Poris e tutta la conca del Calvi sono lì davanti a noi in gran spolvero inteso come spolvero di neve illuminato dalla luce calda e rossa del tramonto.

La discesa inizia con i raggi della luna che prendono il posto di quelli del sole che ormai da tempo ci hanno abbandonato in queste condizioni di luce è richiesta molta attenzione onde evitare di entrare al Longo dal tetto, poi al buio individuare il sentiero non è sempre una cosa agevole abbiamo avuto un attimo di smarrimento ....del sentiero mai come in questo caso tornano utili i segnavia CAI che confermano di essere sul sentiero e non in giro per pascoli o sull'orlo di qualche precipizio.

La breve risalita con il solo chiarore della luna per tornare al Longo potendo sciegliere se ne farebbe volentieri a meno , al rifugio ci incontriamo con martello e amico saliti a piedi che ci hanno raggiunto per la cena.
La cena è l'ennesima piacevole conferma di quanto si mangi bene al rifugio Longo.
Dopo cena saluti e abbracci e guidati dalla luna si rientra a Carona.

Dopo questo girovagare ne esce un'idea per un nuovo interessante itinerario che spero la neve vorrà farmi riporre nel cassetto sino alla prossima stagione, per chi conosce i luoghi provo a ipotizzare un: Carona-Longo-Lago del Diavolo-Passo Venina- Longo gst-Armentarga per sentiero-risalita incrocio con sentiero per Gemelli- discesa dal sentiero estivo del Calvi sino a Pagliari .
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda cllocate » 27 dicembre 2009, 18:24

Apro questo topic già da me pubblicato a suo tempo su MTB-forum perchè ieri dopo una chiacchierata con un amico geologo
che conosce bene la zona del Passo Venina mi è stato instillato un nuovo dubbio che non potrà rimanere senza risposta.
Certo adesso si tratta di pazientare ora è tempo di sci ma questo topic è destinato a far parlare ancora di sè la prossima primavera estate.
: Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :

: chinchin :
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda Paolo » 28 dicembre 2009, 0:20

cllocate ha scritto:Certo adesso si tratta di pazientare ora è tempo di sci ma questo topic è destinato a far parlare ancora di sè la prossima primavera estate.
: chinchin :


Eh sì... ma attenti, che magari qualcuno vi anticipa di nuovo! : Chessygrin : : martel :
Paolo
 
Messaggi: 136
Iscritto il: 25 novembre 2009, 15:38

Re: Passo del Venina

Messaggioda cllocate » 28 dicembre 2009, 0:33

Paolo ha scritto:Eh sì... ma attenti, che magari qualcuno vi anticipa di nuovo! : Chessygrin : : martel :


Ma a volte non è neanche una brutta idee lasciare exploration mode agli altri
visto l'ennesima irrazionalità del progetto : Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :
: chinchin :
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda Kinesis » 7 gennaio 2010, 16:56

Il tuo fidato scudiero è pronto per affrontare di nuovo il passo Venina : chinchin :
cllocate ha scritto:Apro questo topic già da me pubblicato a suo tempo su MTB-forum perchè ieri dopo una chiacchierata con un amico geologo
che conosce bene la zona del Passo Venina mi è stato instillato un nuovo dubbio che non potrà rimanere senza risposta.
Certo adesso si tratta di pazientare ora è tempo di sci ma questo topic è destinato a far parlare ancora di sè la prossima primavera estate.
: Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :

: chinchin :
Kinesis
 
Messaggi: 1
Iscritto il: 7 gennaio 2010, 16:52
Località: Pioltello Vecchia

Re: Passo del Venina

Messaggioda cllocate » 7 gennaio 2010, 17:11

Kinesis ha scritto:Il tuo fidato scudiero è pronto per affrontare di nuovo il passo Venina : chinchin :
cllocate ha scritto:Apro questo topic già da me pubblicato a suo tempo su MTB-forum perchè ieri dopo una chiacchierata con un amico geologo
che conosce bene la zona del Passo Venina mi è stato instillato un nuovo dubbio che non potrà rimanere senza risposta.
Certo adesso si tratta di pazientare ora è tempo di sci ma questo topic è destinato a far parlare ancora di sè la prossima primavera estate.
: Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :

: chinchin :



Benvenuto, cominciavo a pensare di avere perso uno degli ultimi disposti a seguirmi : Chessygrin :
Prevedo una primavera/estate di esplorazioni bikeristiche : chinchin : : chinchin :
Dovremo stare attenti agli attacchi di chi ci vuol precedere, quasi quasi conviene lasciarlo andare avanti lui
: Thumbup :
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda Paolo » 7 gennaio 2010, 17:41

cllocate ha scritto:Dovremo stare attenti agli attacchi di chi ci vuol precedere, quasi quasi conviene lasciarlo andare avanti lui
: Thumbup :


Quasi quasi comprerò un po' di adesivi mimetici per tappezzare la bici bianca, così vi potrò pedinare senza essere visto...
Paolo
 
Messaggi: 136
Iscritto il: 25 novembre 2009, 15:38

Re: Passo del Venina

Messaggioda cllocate » 7 gennaio 2010, 18:39

Paolo ha scritto:
cllocate ha scritto:Dovremo stare attenti agli attacchi di chi ci vuol precedere, quasi quasi conviene lasciarlo andare avanti lui
: Thumbup :


Quasi quasi comprerò un po' di adesivi mimetici per tappezzare la bici bianca, così vi potrò pedinare senza essere visto...


Va beh dai a questo punto andiamo insieme quello che risparmi sugli adesivi lo investi in chinotto : chinchin : : chinchin :
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda cllocate » 1 luglio 2011, 14:05

Quando ?? Domani 2 luglio
Chi ?? Chi c'è c'è


: chinchin : : chinchin : : chinchin : : chinchin :

ore 8.00 Bivio sopra Carona Partenza sentiero rifugi Calvi e Longo
http://www.guideMTB-ValBrembana.it
A te ...
La cura...
Vedere in faccia la felicità non è come immaginarla. B.
Avatar utente
cllocate
 
Messaggi: 7444
Iscritto il: 19 novembre 2009, 0:02
Località: Grumo

Re: Passo del Venina

Messaggioda morsi » 1 luglio 2011, 16:05

C'è da portare tanto la bike? Ho ancora il polso mezzo malandato... : zoppo :
Avatar utente
morsi
 
Messaggi: 1490
Iscritto il: 25 novembre 2009, 15:08
Località: Berghem

Prossimo

Torna a MTB Experiences

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti

cron